Carrozzerie e parti in Lexan

Lexan è un policarbonato che trova applicazione in diversi campi. Nell’industria viene utilizzato per la sua resistenza agli impatti e agli urti senza andare in frantumi o formare schegge. Per questo motivo trova diverse applicazioni con funzioni antiproiettile, antisfondamento, protezione contro atti vandalici o antintrusione. Il suo indice di trasparenza è equiparabile a quello del vetro con un peso specifico decisamente inferiore pari a 1,2 g/cm3. 
La termoformatura è la tecnica più usata per la lavorazione del lexan, Tamiya ha costruito il successo di alcuni suoi modelli sulla precisione ed accuratezza con cui sono state costruire le carrozzerie in lexan.
La tecnica per costruire una carrozzeria on lexan si chiama termoformazione: sono necessari uno stampo e un foglio di lexan, stampo e foglio di lexan sono scaldati e lo stampo caldo viene usato per dare la forma al foglio di lexan.
Carrozzerie in lexan sono apprezzate per la loro resistenza agli urti, però è risaputo che una carrozzeria in lexan quando si danneggia non è facilmente riparabile.
Oggi le colle UV permettono di riparare danni alla carrozzeria in lexan, sono due le operazioni che si possono eseguire: incollare una parte che si è staccata e chiudere una crepa o un foro.
Le colle UV sono in forma di liquido e il kit per le riparazioni composto da due parti:

  1. Dispenser del liquido ha la forma di un pennarello dotato di beccuccio metallico per distribuire correttamente il fluido sulla superficie
  2. Lampada UV, il liquido solidifica solo se viene illuminato per almeno 10 secondi

Le carrozzerie in lexan hanno una funzione estetica e funzionale: proteggono il telaio dai piccoli urti per la proprietà del lexan di essere elastico e riprendere la sua forma dopo un impatto.
Queste colle sono trasparenti e possono essere verniciate esattamente nello stesso modo con le stesse vernici in cui si colora una carrozzeria in lexan.
Un altro vantaggio di queste colle è che quando solidificano hanno la stessa elasticità di un pezzo in lexan, una carrozzeria riparata con una colla UV torna ad essere rigida ed avere una stabilità di forma tanto quanto lo era prima della rottura mantenendo la stessa elasticità negli urti.
La colla UV non attacca chimicamente il lexan, forma uno strato sottile che unisce due lembi diversi di materiale.
E’ parere comune che una carrozzeria in lexan che ha una rottura dovrebbe essere sostituita con una nuova, ci sono casi che questo non è possibile: la carrozzeria non è più in produzione oppure ha un valore “storico” in quanto è completa di accessori ed adesivi non più in produzione.

Incollare parti
In caso di impatti molto forti è possibile che le parti sollecitate si strappino dalla carrozzeria. Per la caratteristica del lexan di non andare in mille pezzi, la rottura di solito è lineare e pulita a sufficienza da essere adatta alla riparazione. La rottura deve essere lineare: non necessariamente dritta, può riprendere la forma di una onda, ma non presentarsi come i denti di una sega da legno. Inutile cercare di limare o lavorare con carta abrasiva le linee di rottura, le due parti da incollare devono avere i bordi sovrapponibili come se fosse un puzzle. Le parti che si staccano devono essere sempre conservate, non è possibile replicarle.
Nella sequenza di immagini seguente è illustrata la procedura per unire il paraurti anteriore di una Porsche 959 modello 58059 che si è staccato dal resto della carrozzeria:

– quando la carrozzeria è priva di vernice, pulire le parti interessate con alcol denaturato,
– fissare dalla parte esterna della carrozzeria il paraurti usando scotch per la mascheratura,
– usare il dispender con il beccuccio metallico per posizionare uno strato di liquido lungo la linea di rottura. Distribuire il fluido con un movimento lento e lineare in una solo direzione, evitare di ripassare due volte sullo stesso punto per non accumulare troppo liquido. Se non si è convinti della quantità posizionata passare un altro film di materiale dopo aver asciugato il primo strato,
– illuminare con apposita lampada a LED il liquido per il tempo necessario per contare da 1001 a 1015,
– quando possibile, lasciare la parte riparata esposta alla luce del sole per un’ora, il liquido solidificato con il LED resta appiccicoso. Il trattamento alla luce del sole lo solidifica completamente,
– se la riparazione non è solida, applicare più mani ripendo la procedura dal punto 3 al punto 5, 
-togliere lo scotch di mascheratura e
– verniciare la parte

In questo restauro si è deciso di conservare gli adesivi, la carrozzeria era molto malmessa: il restauro ha come obiettivo ridare integrità alla carrozzeria. Gli adesivi di questo modello sono molto rari. Prima di procedere alla riparazione la vernice è stata tolta e dopo la riparazione si è proceduto a riverniciare completamente la carrozzeria

Chiudere un foro
In casi di ribaltamenti alcuni angoli della carrozzeria possono forarsi, in questi casi la carrozzeria deve essere ricostruita utilizzando più materiale originale possibile. Non lavorare mai i punti di rottura con carta vetro o lame.
Nella sequenza di immagini seguente è illustrata la procedura per chiudere quattro fori presenti nella parte posteriore di una Porsche 959 modello 58059:

– quando la carrozzeria è verniciata, pulire le parti interessate con acqua calda e sapone per i piatti.
– risciacquare con abbondante acqua calda,
– chiudere dalla parte esterna i buchi usando scotch per la mascheratura,
– usare il dispender con il beccuccio metallico per posizionare uno strato di liquido che copra completamente il foro,
– illuminare con apposita lampada a LED il liquido per il tempo necessario per contare da 1001 a 1015,
– quando possibile, lasciare la parte riparata esposta alla luce del sole per un’ora, il liquido solidificato con il LED resta appiccicoso. Il trattamento alla luce del sole lo solidifica completamente,
– se la riparazione non è solida, applicare più mani ripendo la procedura dal punto 3 al punto 5,
– togliere lo scotch di mascheratura e
– verniciare la parte

In questo restauro si è deciso di conservare gli adesivi, la carrozzeria era malmessa: il restauro ha come obiettivo ridare integrità alla carrozzeria. Gli adesivi nella versione Rothmans sono tipici della versione Mk1 e sono ancora più rari della versione Racing presenti nel precedente restauro.
La vernice non è stata tolta, si è solo messo il colore nelle parti in cui la vernice si è staccata e nei punti dove sono eseguite le riparazioni.

Il Logo Tamiya, le immagini dei cataloghi, le confezioni , le guide tecniche sono di TAMIYA INC, che non supporta o sponsirizza in nessun modo www.tamiyaclassic.com. Tutti i marchi, loghi, immagini del sito sono copyright dei rispettivi proprietari e non appartengono a www.tamiyaclassic.com.