FORD F150 RANGER XLT

Modello
Tamiya Ford F150 Ranger XLT, numero di articolo 58027 messo in vendita nel 1981 e disponibile sul mercato fino al 1984.
Carrozzeria in polistirene.
Telaio SRB. 

I tre modelli dotati di telaio SRB rappresentano una novità molto importante per Tamiya, sono diverse le pubblicità che Tamiya o i vari importatori nel mondo hanno pubblicato sulle riviste di settore; nell’immagine sotto riportiamo alcuni esempi per il Ford F150.

Modello
Tamiya Ford F150 Ranger XLT, numero di articolo 58027 messo in vendita nel 1981 e disponibile sul mercato fino al 1984.
Carrozzeria in polistirene.
Telaio SRB.

Analisi del modello da restaurare
Partendo dalla parte anteriore andando verso la parte posteriore, l’analisi del telaio rileva che:
– manca il paraurti anteriore,
– il perno anteriore per fissare la carrozzeria è presente,
– mancano il controllo meccanico della velocità e la sua resistenza ceramica,
– i giungi omocinetici sono quelli del modello Super Champ numero di articolo 58034,
– sono presenti due scatole per la parte elettronica, quella più chiara è di una riedizione e quella più scura è originale della versione Mk2,
– paracolpi posteriore in materiale plastico è integro e
– mancano le viti per fissare il paracolpi-paraurti posteriore.

Partendo dalla parte anteriore andando verso la parte posteriore, l’analisi della carrozzeria rileva che:

– la griglia frontale non presenta segni di incidenti,
– il vetro non è scheggiato ed è quello originale; chiaro,
– è presente il pilotino ed il colore della plastica è originale della versione Mk1; blu,
– sono presenti le luci posteriori,
– il paraurti posteriore è integro e
– il colore blu dato alla carrozzeria non è quello originale; il colore corretto è TS15, lo stesso del Bruiser.

Verificate le dimensione dei passaruota anteriori e posteriori, la carrozzeria è una Mk1.

In tre punti la carrozzeria presenta dei danni:
– parafango anteriore sinistro,
– frangi vento lato passeggero,
– mancano i due sostegni posteriori della carrozzeria che si appoggiano al telaio  e
– attacco posteriore destro pilotino.

Dato che la carrozzeria nella versione Mk1 è più rara della versione Mk2 ha senso impostare il restauro recuperando più materiale possibile per il telaio nella versione Mk1. 

Restauro telaio
Disassemblare il telaio e posizionare le parti nel modo più ordinato per analizzare ogni singolo pezzo:

– minuteria è a taglio; originale della versione Mk1,
– piastra è di colore giallo e in vetronite; è un accessorio venduto a parte post market negli anni 80,
– il braccio posteriore sinistro è originale della versione Mk1,
– il braccio posteriore destro è originale della versione Mk2,
– i bracci delle sospensioni anteriori sono originali della versione Mk1,
– le due torri delle sospensioni anteriori sono originali della versione Mk2 e
– i due gusci della scatola degli ingranaggi sono originali della versione Mk1.

In queste condizioni non è possibile eseguire un buon restauro non avendo abbastanza parti di Mk1 o di Mk2, unica soluzione è utilizzare un telaio donatore per raccogliere più parti possibili che appartengano al modello Mk1 o Mk2.
Disassemblare il telaio donatore e posizionare le parti nel modo più ordinato per analizzare ogni singolo pezzo:

– base della scatola per elettronica è originale della versione Mk1,
– le due torri delle sospensioni anteriori sono originali della versione Mk1,
– i due giunti omocinetici in ottone sono originali della versione Mk1,
– la base in fibra di carbonio nella versione corta con fori larghi è originale della versione Mk1,
– il braccio posteriore destro è originale della versione Mk1,
– il braccio posteriore sinistro è originale della versione Mk2,
Sono complementari al telaio Ford F150; il telaio di partenza e quello donatore formano una coppia di bracci Mk1 posteriori completa e una coppia di bracci Mk2 posteriori completa.
– perni delle sospensioni anteriori piegati,
– guscio posteriore sinistro danneggiato in modo irreparabile,
-foro  del grano del braccio anteriore inferiore destro  è allargato. E’ una modifica da applicare nel caso in cui il braccio perde il filetto del grano. Filettare il foro con un diametro maggiore e sostituire il grano con testa a brugola con uno di dimensioni maggiori.
– il salva servo anteriore in plastica è stato sostituito da uno in metallo, nn è quello originale
– minuteria è a taglio; originale della versione Mk1 e
– i due gusci della scatola degli ingranaggi sono originali della versione Mk1, uno dei due è danneggiato.

Lavare con acqua calda e sapone tutte le parti in metallo e plastica. Lavare tutta la minuteria e le parti in metallo con la lavatrice ad ultrasuoni per un tempo di 25 minuti a 70°C. Separare i metalli diversi. Lavare tutte le parti in plastica e teflon con la lavatrice ad ultrasuoni per un tempo di 25 minuti a 40°C.
Sciacquare con acqua calda le parti appena trattate ed asciugare con un panno da cucina di carta. Lucidare le parti con polish oppure dentifricio.
Sequenza di immagini che mostra le parti prima (a sinistra) e dopo (a destra) il trattamento di lavaggio.

Eseguita la conta delle parti, dai due telai si ottiene un telaio completo composto quasi completamente da parti originali Mk1 e un secondo telaio quasi completo Mk2. Per questo restauro si utilizza il telaio Mk1 e si conserva quello Mk2 per eventuali prossimi lavori.
Le parti nella versione Mk1 sono nella foto a sinistra e le parti nella versione Mk2 sono nella foto a destra.

Assemblare il modello composto da quattro macro parti: assale anteriore, gruppo cambio posteriore, piastra centrale e scatola ed elettronica. 
Sequenza di immagini che mostra come assemblare assale anteriore:

– bracci delle sospensioni inferiori e molle installati sulla torre destra e sinistra,
– sistema di sterzo e bracco delle sospensioni superiori,
– ammortizzatori e
– tubi di rinforzo frontali

Sequenza di immagini che mostra come assemblare gruppo cambio posteriore:
– ingranaggi in teflon e ottone con assi,
– guscio della scatola del cambio completo con gli ingranaggi,
– bracci delle sospensioni e barre di torsione e
– assali, giunti cardanici e ghiera

Sequenza di immagini che mostra come assemblare piastra centrale all’assieme anteriore e al cambio posteriore:
– piastra in metallo,
– salva servo e
– sostegno carrozzeria

Nel telaio iniziale e nel telaio donatore manca completamente il controllo della velocità meccanico è il set accessorio – ricambio numero SP-5113. Sequenza di immagini che mostra come assemblare la parte elettrica:

– regolatore di velocità con sistema di sicurezza anti corto circuito,
– cavo e spinotto ad attacco rapido per la batteria,
– servo per il controllo del regolatore di velocità,
– cablaggio all’interno della scatola IP,
– servo per il controllo dello sterzo;

Le ruote sono in ottimo stato; è sostituito uno dei due cerchioni anteriori perché era stato danneggiato allargando alloggiamento per la boccola.
I cerchioni anteriori sono nella versione Mk1.

Il paraurti frontale è da restaurare, è stato colorato in nero. E’ il set accessorio – ricambio SP-5135. Nella confezione sono comprese le viti con testa a croce, anche nelle istruzioni sono evidenziate che le viti sono a croce. Sono le uniche viti non a taglio del modello Ford F150 Mk1.
Sequenza di immagini che mostra come restaurare il paraurti:

– togliere il colore nero immergendo il paraurti nell’alcool alcool etilico denaturato puro al 90% o più privo di aromi o coloranti rosa, in commercio si trova alcool puro al 99%
– rifinire con un panno di carta da cucina le superfici
– eliminare ogni traccia di vernice usando uno stuzzicadenti
– installare il paraurti sul telaio

Installare il motore, pignone e guscio per la protezione degli ingranaggi.

Telaio assemblato e pronto per il matrimonio con la carrozzeria.

Restauro carrozzeria
Lucidare il parabrezza con polish o dentifricio.

La carrozzeria presenta alcuni parti da riparare. Alcuni danni si sono rilevati solo dopo che aver smontato la carrozzeria ed analizzato le sue parti. Nella sequenza di immagini seguente è illustrata la procedura per saldare il perno della griglia frontale:
– individuare il punto esatto dove saldare il pezzo,
– applicare una goccia della soluzione densa che resta nel punto in cui è applicata,
– posizionare il pezzo rotto e
– togliere i filamenti in eccesso

Sequenza di immagini che mostra come riparare il danno al frangi vento lato passeggero:

– da una barra lato 1 mm x 0,5 mm tagliare il frangi vento usando come riferimento il pezzo integro dal lato guidatore,
– verificare che il nuovo pezzo sia delle giuste dimensioni,
– applicare della soluzione di ABS e acetone nei due punti in cui il pezzo originale si è spezzato e
– posizionare il pezzo sulla carrozzeria

Sequenza di immagini che mostra come riparare occhiello posteriore sinistro che è spezzato:

– tagliare una mezza luna da un foglio da 1 mm di spessore usando come dima l’occhiello che è presente al lato opposto,
– incollare la mezza luna nella posizione dove si è spezzato il pezzo originale,
– ricavare il bordo da un striscia di spessore 1 mm e altezza 2 mm,

– dare la forma arrotondata utilizzando una pinza e un vecchio pennello, stringere la striscia sul pennello così questo prende la forma circolare. Il pennello ha un manico che ha un diametro leggermente più piccolo dell’occhiello. Stringendo la striscia sul manico, la striscia ne prende la forma aumentando un po’ di diametro quando la pinza non far più presa,
– prendere le giuste misure per tagliare la striscia per ottenere un semicerchio,

– saldare la striscia a forma di luna al pilotino con la soluzione densa di acetone e ABS
– aggiungere della soluzione meno densa di acetone ed ABS per consolidare la nuova struttura,
– lavorare con carta abrasiva per rifinire le parti,
– scaldare con un accendino o il fuoco della cucina a gas un pezzo di fil di ferro o una graffetta aperta,
– aspettare che il metallo diventi rosso;
– ricavare il foro per la vite usando il ferro caldo.
– eseguire la prova di installazione e
– colorare la parte appena riparata di blu, X4.

Sequenza di immagini che mostra come riparare il danno al parafango sinistro anteriore:

– le carrozzerie sono simmetriche rispetto all’asse quindi è possibile disegnare una sagoma del pezzo mancante usando come campione la parte integra della carrozzeria sul lato opposto,
– tagliare da un foglio ABS spesso un millimetro un pezzo che riproduca la dima,
– usare la soluzione più densa di Acetone ed ABS per saldare la nuova parte sulla carrozzeria nell’esatta posizione da riparare,
– applicare più mani di soluzione per dare volume alla saldatura sia nella parte esterna che interna,
– passare una mano di soluzione meno densa per riempire tutti i pori e fessure che sono rimaste,
– applicare uno strato sottile di stucco,
– lavorare con lima o carta abrasiva da 400 o 600 per ottimizzare la forma,
– se ci sono delle linee marcate rimarcarle con un bisturi o una lama affilata,
– rendere la superficie liscia con carta abrasiva da 1.200 o 1.500.

Sequenza di immagini che mostra come riparare le due alette di sostegno della carrozzeria al roll bar del telaio nella parte posteriore sotto il cassone:

– tagliare da un foglio di ABS con spessore 2 mm una striscia larga 12 mm,
– ricavare dalla striscia due piccole parti,
– arrotondare un lato, così che appoggiandosi possa incastrarsi meglio sul roll bar,
– tagliare da una barra a base quadrata da 1 mm di lato 4 piccole barre che fungono da rinforzo di questi sostegni,
– unire le 2 barre e 1 piastra per ottenere quanto in figura,- lavorare con carta abrasiva i lati in cui le sbarre sporgono per appianare la superficie e rendere più agevole operazione di saldare i sostegni alla carrozzeria,
– eseguire prova di installazione per valutare la lunghezza del sostegno,
– saldare le due parti alla carrozzeria e
– testarli, nel caso fossero troppo lunghi lavorarli con carta abrasiva.

Sequenza di immagini che mostra come verniciare la carrozzeria:

– passare tutta la carrozzeria con un pezzo di carta da cucina imbevuto di alcol. In questo modo si toglie la colla degli adesivi e buona parte della vernice precedente,
– applicare il fondo bianco,
– mascherare il cassone posizionando un nastro lungo tutto il perimetro,
– chiudere il foro per la colonna porta carrozzeria, il foro per interruttore e il foro della antenna,
– applicare uno strato di pellicola da cucina trasparente che deve aderire al cassone con nastro adesivo che corre lungo il perimetro ed a X sul cassone,
– verniciare la carrozzeria di blu; TS15,
– mascherare la carrozzeria,
– verniciare il cassone di bianco opaco; TS27,
– passare ai particolari: in bianco X2, lo stemma della Ford posteriore, lo stemma della Ford anteriore e le frecce posteriori; in rosso X7, gli stop posteriori; in arancio X6, le frecce laterali anteriori; in grigio X11, le maniglie della porta e in nero gomma XF85, la guarnizione del parabrezza.
– applicare gli adesivi.

Modello restaurato
Immagini che mostrano il modello terminato.

Il Logo Tamiya, le immagini dei cataloghi, le confezioni , le guide tecniche sono di TAMIYA INC, che non supporta o sponsirizza in nessun modo www.tamiyaclassic.com. Tutti i marchi, loghi, immagini del sito sono copyright dei rispettivi proprietari e non appartengono a www.tamiyaclassic.com.