Hot Shot II

Modello
Tamiya Hot Shot II, modello numero 58062, messo in vendita nel 1987 e disponibile sul mercato fino al 1991
Carrozzeria in Lexan
Telaio HotShot

Analisi del modello da restaurare
Partendo dalla parte anteriore andando verso la parte posteriore, l’analisi del telaio rileva che:

– la carrozzeria è in ottime condizioni; ma il corpo è di colore rosso e non nero
– il paracolpi inferiore anteriore ha segni di un uso intenso,
– il paracolpi inferiore posteriore è meno usurato,
– le 4 ruote sono in buono stato; i pin sono poco consumati e non di vedono crepe o tagli,
– i cerchioni sono quelli corretti di colore bianco e
– manca la resistenza ceramica a 3 PIN posteriore per il controllo della velocità.


Da una prima analisi visiva si comprende che il corpo è da sverniciare e riverniciare del colore corretto ed è da investigare se è presente un controllo elettronico della velocità (privo di resistenza ceramica posteriore) o se non è installato nessun controllo della velocità. Nota positiva: il modello è provvisto di istruzioni che sono in ottime condizioni per avere più o meno 35 anni.

Restauro telaio
Sequenza di immagini che mostra le fasi in cui il telaio viene disassemblato per controllare ogni sua parte; in questa fase ricercare parti rotte, parti mancanti, parti modificate, viti che non si svitano…
– togliere la carrozzeria del corpo centrale,
– separare paraurti anteriore, il suo paracolpi inferiore anteriore e spoiler posteriore,
– smontare le quattro ruote, il roll bar, il paracolpi inferiore posteriore e il sistema degli ammortizzatori. Guida sugli ammortizzatori C.V.A.
– separare il corpo centrale che contiene elettronica dal differenziale anteriore e dal differenziale posteriore. Smontare elettronica dal guscio centrale,
– smontare i due gruppi differenziali.

Dopo questa fase è evidente che è installato un controllo elettronico della velocità (ESC), quindi è necessario sostituirlo con uno meccanico per riportare la macchina alle condizioni di fabbrica. Tamiya ha prodotto un controllo meccanico della velocità (MSC) che, all’interno della famiglia Hot Shot, è utilizzato solo sulla Hot Shot II; parte di ricambio numero 50292 in comune con la BigWig, modello numero 58057.
L’antenna è evidentemente storta, probabilmente a causa di un cappottamento. Quindi è necessario raddrizzarla: bloccare la parte storta nella morsa ed agire con una forza costante che raddrizzi l’antenna.

La parte del restauro che impiega maggior tempo è quella che coinvolge le gomme. I cerchioni non hanno particolari segni e le gomme non hanno tagli, fori e non sono usurate. Le gomme non sono incollate al cerchione, Non ci sono sorprese su questa parte e le gomme iniziano subito il trattamento alla glicerina:

– sciacquare le gomme con acqua calda con poco sapone sgrassante per lavare i piatti e uno spazzolino da denti a setole morbide. Togliere tutto lo sporco possibile e cercare di evitare di incrementare le dimensioni dei tagli,
– immergere le gomme completamente dentro un contenitore che contiene glicerina pura al 99,5% per 7 giorni,
– lasciare le gomme appoggiate su un panno di carta da cucina per 7 giorni, ogni giorno cambiare il panno di carta e girare le gomme in modo tale da facilitare l’emulsione della glicerina,
– pulire quotidianamente dalla glicerina residua con un panno di carta da cucina per 7 giorni finché le gomme sono completamente asciutte.

Non sono presenti danni e non ci sono parti mancanti nel telaio quindi lavare con acqua calda e sapone da cucina sgrassante tutte le parti smontate e poi eseguire un ciclo nella lavatrice ad ultrasuoni: parti in metallo per 25 minuti a 70°C e parti in teflon o plastica per 25 minuti a 40°C.

Sequenza di immagini che mostra le fasi in cui il telaio viene assemblato:
– scatola degli ingranaggi posteriore con differenziale,
– motore elettrico,
– 2 + 2 bracci delle sospensioni posteriori,
– scatola degli ingranaggi anteriore con differenziale,
– piastra per sistema barra di torsione anteriore,
– 2 + 2 bracci delle sospensioni anteriori completi di sistema di sterzo,
– matrimonio tra guscio centrale e le due scatole degli ingranaggi,
– installazione della elettronica nel guscio inferiore; è stato sostituito il sistema elettronico della velocità con il sistema meccanico di controllo della velocità e
– matrimonio del guscio inferiore con telaio e installazione della resistenza ceramica.

Restauro carrozzeria
Per questo modello sono poche le attività da fare sulla parte in Lexan:

– sverniciare la carrozzeria centrale immergendola nell’ alcool etilico puro almeno al 90% privo di coloranti e profumi,
– togliere tutti gli adesivi dalla carrozzeria centrale che sono stati corrotti dall’alcool stesso,
– applicare i nuovi adesivi e
– pulire al meglio alettone posteriore che è ricoperto da un velo di polvere

Modello restaurato
Immagini che mostrano il modello terminato.

Il Logo Tamiya, le immagini dei cataloghi, le confezioni , le guide tecniche sono di TAMIYA INC, che non supporta o sponsirizza in nessun modo www.tamiyaclassic.com. Tutti i marchi, loghi, immagini del sito sono copyright dei rispettivi proprietari e non appartengono a www.tamiyaclassic.com.