C.V.A. ammortizzatori

La sigla C.V.A. sta per  “Constant Volume Adjustable”. Questi ammortizzatori combinano l’azione dell’olio contenuto nella camera del pistone e della molla.

Quando l’ammortizzatore viene compresso a causa di un dosso o di un salto che agisce sulle sospensioni (immagine a sinistra), l’azione meccanica del pistone comprime olio che è costretto a passare attraverso i fori presenti sul pistone giallo dalla camera superiore a quella inferiore. L’olio è un liquido incomprimibile e questo passaggio obbligato in uno spazio limitato (i fori che di solito sono due) trasforma l’energia cinetica del movimento in energia termica: scaldando olio. La stessa situazione si presenta quando ammortizzatore si estende spinto dalla molla per tornare alla posizione di riposo (immagine a destra), l’azione meccanica del pistone comprime olio che è costretto a passare attraverso i fori dalla camera inferiore a quella superiore. Questo passaggio obbligato in uno spazio limitato trasforma l’energia cinetica del movimento in energia termica scaldando olio.
Il trasformare energia cinetica in energia termica permette all’olio di smorzare l’azione delle sospensioni:
– in comprensione dovuta a un dosso, da un salto, dal fondo irregolare…
– in estensione dovuta alla molla
Fisicamente dissipando energia si evitano fastidiosi rimbalzi delle sospensioni. Per regolare l’azione di questi ammortizzatori è possibile:
– cambiare l’olio all’interno usando olii con viscosità diverse e/o
– cambiare la “durezza” delle molle inserendo gli appositi distanziali oppure cambiando le molle stesse

Questi sono i passaggi per una corretta costruzione dell’ammortizzatore C.V.A., se eseguiti erroneamente possono pregiudicare il corretto funzionamento:

1- sulla barra in metallo del pistone (evidenziata in blu) installare i due anelli a C (evidenziati in rosso) e la testa in plastica del pistone che presenta due fori (evidenziata in arancione). I fori servono per far passare l’olio dalla camera superiore a quella inferiore quando ammortizzatore si comprime e viceversa. La viscosità dell’olio determina la sua azione sul movimento del pistone nella camera. All’aumentare del numero di fori nel disco, l’azione dell’olio diminuisce e ammortizzatore diventa morbido. Questo sistema attribuisce il nome C.V.A. a questi ammortizzatori.
2- avvitare il tappo Y2 (evidenziato in arancione) sul corpo cilindrico dell’ammortizzatore (evidenziata in verde). Inserire nel tappo del corpo cilindrico dell’ammortizzatore (evidenziata in arancione) il pistone appena assemblato insieme ai distanziali X1 (evidenziati in rosso) ed agli Oring (evidenziati in blu), seguire l’ordine indicato in figura.
3- L’operazione più complessa da compiere è quella di riempire la camera dell’ammortizzatore con olio (evidenziato in viola), se si lascia delle bolle d’aria (evidenziate in bianco) all’interno della camera la reazione idraulica dovuto all’olio non sarà prevedibile e costante. L’aria è comprimibile e quindi cambia la reazione del fluido formato da una miscela di aria ed olio che è incomprimibile. Sono due gli accorgimenti tecnici da adottare per evitare di avere bolle d’aria. Prima di tutto abbondare con olio e non seguire completamente le istruzioni; evitare di pulire ammortizzatore con un panno (evidenziato in azzurro) prima di applicare la cuffia (evidenziata in rosso) ed avvitare il tappo Y2 sul corpo dell’ammortizzatore. Il secondo suggerimento è quello di riempire d’olio l’ammortizzatore lasciando il pistone a una altezza pari a 1/3…1/4 del cilindro per evitare che una sacca d’aria si fermi nella parte inferiore. Se si applica questo metodo assicurarsi che la camera inferiore non contenga bolle: riempire di olio fino a metà il cilindro, aspettare che le bolle vengano tutte in superficie, agevolare il passaggio delle bolle dalla camera inferiore a quella superiore inclinando leggermente il cilindro stesso. Si possono combinare le due tecniche.

4- inserire la molla ed avvitare l’occhiello inferiore. Le molle possono essere di vario tipo in base al modello su cui è installato ammortizzatore.
5- selezionare ed installare inserto in plastica a forma di C che ha il compito di irrigidire la molla. Più è alto inserto e più la molla diventa rigida

Gli ammortizzatori della famiglia C.V.A. si dividono per la lunghezza dell’ammortizzatore stesso:

– “Super Mini” con lunghezza massima pari a 55 mm; disponibili in plastica di colore nera; nella versione nera codice numero 50519,
– “Mini” con lunghezza massima pari a 63 mm; disponibili in plastica di colore blu, nero, grigia, bianca e gialla; nella versione gialla codice numero 50322,
– “Short” con lunghezza massima pari a 82 mm – 77 mm; disponibili in plastica di colore rossa, nera, grigia, e gialla; nella versione gialla codice numero 50305,
– “Long” con lunghezza massima pari a 103 mm; disponibili in plastica di colore gialla, nella versione gialla codice numero 50304

All’interno della stessa famiglia è possibile cambiare la lunghezza dell’ammortizzatore cambiano asse dell’ammortizzatore (evidenziati in blu) e la molla; ecco alcune tabelle che mostrano come è possibile adattare gli ammortizzatori a varie lunghezze.

Il primo modello ad installare questi ammortizzatori è stato The FOX rilasciato alla vendita nel 1985, subito dopo questo ammortizzatore è stato rilasciato con diversi telai e modelli. Elenco che mette in relazione i vari ammortizzatori C.V.A. con i modelli:

– The Fox modello 58051: ammortizzatore frontale singolo nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm
– Super Shot modello 58054: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Long gialla
– The Boomerang modello 58055: ammortizzatore frontale singolo nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Long gialla
– Falcon modello 58056: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Long gialla
– The Big Wing modello 58057: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Long gialla
– Ford F150 Range BlackFoot modello 58058: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short nera con pistone per lunghezza da 77 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short Nera con pistone per lunghezza da 77 mm
– Monster Beetle modello 58060: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm
– Striker modello 58061: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm
– Hot Shot II modello 58062: ammortizzatore frontale singolo nella versione Short rossa con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short rossa con pistone per lunghezza da 82 mm
– Lunch Box modello 58063: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm
–  Clod Buster  modello 58065: quadruplo ammortizzatore frontale nella versione Long rossa ; quadruplo ammortizzatore posteriore nella versione Long rossa
– Super Sabre modello 58066: ammortizzatore frontale singolo nella versione Short rossa con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short rossa con pistone per lunghezza da 82 mm
– Thunder Shot modello 58067: ammortizzatore frontale singolo nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm
– Lotus Honda T99 modello 58068: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Willimas FW14-B Honda modello 58069: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Midnight Pumpkin modello 58070: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm
– Sonic modello 58071: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 77 mm
– Thunder Dragon modello 58073: ammortizzatore frontale singolo nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm
 – Grasshopper II modello 58074: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm,
– Terra Scorcher modello 58075: doppio ammortizzatore frontale nella versione mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm
– Vanquish modello 58076: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm,
– Mud Blaster modello 58077: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm
– Fire Dragon modello 58078: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm,
– Astute modello 58080: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm
– Nissan King Cab modello 58081: doppio ammortizzatore frontale nella versione Long gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Long gialla
 – Mad Cap modello 58082: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm,
– Saint Dragon modello 58083: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short gialla con pistone per lunghezza da 82 mm,
– Ferrari F189 Last Version modello 58084: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Avante 2021 modello 58085: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini nera; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short nera con pistone per lunghezza da 82 mm,
– Toyota Hi-lux Monster Racer modello 58086: doppio ammortizzatore frontale nella versione Long gialla; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Long gialla
– Manta Ray modello 58087: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short giallo con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short giallo con pistone per lunghezza da 82 mm
– Merceds Benz C11 modello 58088: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– BullHead  modello 58089: quadruplo ammortizzatore frontale nella versione Long rossa ; quadruplo ammortizzatore posteriore nella versione Long rossa
– Tyrrell 019 Ford modello modello 58090: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Nissan 300ZX IMSA GTO modello 58091: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Jaguar XJR Daytona winner modello 58092: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Bear Hawk modello 58093: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short rosso con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Long rosso
– Honda NSX modello 58094: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Lotus 102B Jubb modello 58095: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Celica GT-Four modello 58096: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini blu; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Mini blu
– Super Astute modello 58097: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini nera; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short nera con pistone per lunghezza da 82 mm
– Ferrari F40 modello 58098: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Skyline GT-R modello 58099: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini blu; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Mini blu
– Top Force modello 58100: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short nera con pistone per lunghezza da 77 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short nera con pistone per lunghezza da 82 mm
– Bush Devil modello 58101: doppio ammortizzatore frontale nella versione Short rosso con pistone per lunghezza da 82 mm; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Short rosso con pistone per lunghezza da 82 mm
– Mazda 787B modello 58102: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Jordan 191 modello 58103: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla
– Mc Laren MP4/6 modello 58104: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini blu
– Williams FW14 modello 58105: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini blu
– Mercedes 190E AMG modello 58108: doppio ammortizzatore frontale nella versione Mini blu; doppio ammortizzatore posteriore nella versione Mini blu
– Nissan R91CP modello 58109: mono ammortizzatore posteriore nella versione Mini gialla

Il concetto base della camera d’olio con stantuffo forato e contro molla è rimasto immutato nel tempo, la famiglia C.V.A. è usata ancora oggi (2024) nella produzione di Tamiya ed è stata evoluta cambiando la forma del distanziale per irrigidire le molle e del corpo cilindrico. Gli ammortizzatori Hi-Cap sono la evoluzione degli ammortizzatori C.V.A. dotati di cilindro in alluminio.

– “

Il Logo Tamiya, le immagini dei cataloghi, le confezioni , le guide tecniche sono di TAMIYA INC, che non supporta o sponsirizza in nessun modo www.tamiyaclassic.com. Tutti i marchi, loghi, immagini del sito sono copyright dei rispettivi proprietari e non appartengono a www.tamiyaclassic.com.