Brabham BT50 BMW Turbo

Modello
Tamiya Brabham BT50 BMW Turbo modello numero 58031 rilasciato alla vendita nel 1982 e disponibile alla vendita fino al 1984.
Carrozzeria in stirene
Telaio F1 Competition Special

Analisi del modello da restaurare
Partendo dalla parte anteriore andando verso la parte posteriore, l’analisi della carrozzeria rileva che:

– la carrozzeria stessa è integra senza alcuna rottura,
– la colorazione corrisponde a quella ufficiale,
– gli adesivi sono stati applicati correttamente,
– mancano i due specchietti retrovisori e
– manca il roll bar.

Partendo dalla parte anteriore andando verso la parte posteriore, l’analisi del telaio rileva che:

– il sistema dello sterzo anteriore ha i punti di fissaggio in zama invece che nylon bianca,
– le ruote anteriori nella versione Diplo sono in pessime condizioni, hanno preso la forma di un esagono; sono state per troppo tempo appoggiate a terra,
– manca il salva servo con i tiranti speciali, il salva servo della Brabham è lo stesso della Super Champ modello 58034 ed è una evoluzione molto più efficiente della precedente versione,
– aletta laterale destra nera è spezzata,
– il telaio in FRP è ben messo, ma con evidenti segni lasciati dalla superficie dove la macchina ha viaggiato e spanciato toccando per terra e
– il porta motore è in zama invece che alluminio.

Date le ottime condizioni della carrozzeria ha senso valutare un restauro non conservativo con la sostituzione delle parti danneggiate o errate con parti nuove.

Restauro telaio
Sequenza di immagini che mostra le parti nuove o restaurate che sostituiscono quelle danneggiate:

– paraurti frontale e laterale per telaio F1, set numero SP-5085, 
– bracci sospensioni in nylon, set numero SP-5133, 
– servo saver – salva servo, set numero SP-5155

– ruote anteriori per telaio F1 in spugna versione A, set numero SP-5075;
– telaio in FRP per F1, set numero SP-5124,  
– sistema porta motore RS540 con differenziale, set numero SP-5103, e
– asse posteriori e distanziali, set  numero SP-5009

Tutta la minuteria è stata trattata con la lavatrice ad ultrasuoni per un tempo di 25 minuti a 70°C. Le parti più ossidate sono state trattate per sette giorni con gasolio, lasciandole immerse.
Il telaio è stato assemblato con tutte le nuove parti mantenendo le ruote posteriori del modello di partenza che sono in ottime condizioni.

La parte elettronica è in ottime condizioni e formata da:

– piastra porta servo, ricevente e batteria. E’ in metallo ed è stata lavata con acqua calda e sapone per i piatti per togliere lo sporco che si era accumulato,
– regolatore meccanico velocità del motore, completo di fusibile e spinotto rapido per la batteria,
– servo per lo sterzo completo di tirante,
– servo per il controllo del regolatore meccanico della velocità completo di tirante,
– porta antenna,
– motore 540 con tappo posteriore nero completo di pignone,
– porta 4 x batterie tipo AA – stilo per la ricevente completo di interruttore on-off e
– viti a taglio e bullone per bloccare le parti sulla piastra

Nella sequenza di immagini seguente è illustrata la procedura per assemblare nuovamente il telaio:

– avvitare i due dadi che uniscono la piastra porta elettronica con il telaio attraverso due antivibranti in gomma.
– Installare e tarare i tiranti dello sterzo che sono dotati dei giunti sferici in metallo set numero SP-144 “special rod end set”.; la lunghezza riportata nelle istruzioni è a sinistra pari a 60 mm e a destra pari a 31 mm.

Restauro carrozzeria
Lista del materiale necessario per poter costruire gli specchietti retrovisori:

– barra in ABS a sezione quadrata da 5 mm di lato,
– tubo in ABS a sezione circolare con diametro esterno da 3 mm e diametro interno da 2 mm,
– barra in ABS a sezione circolare da 1 mm di diametro,
– lime varie,
– taglierino,
– seghetto e
– matita

Nella sequenza di immagini seguente è illustrata la procedura per costruire i due specchietti retrovisori

– Tagliare dalla barra a sezione quadrata una parte lunga due volte il singolo specchietto
– Lavorare questo pezzo arrotondando i lati e le estremità.
– Tagliare lungo la linea tratteggia la barra per dividerla in due parti uguali e separare lo specchietto destro dal sinistro dopo aver ottenuto il corretto profilo arrotondato. Solo lavorando la barra si ottiene un profilo identico per i due specchiati. Non si ottiene lo stesso risultato lavorando i due specchietti separatamente.
– Tagliare due pezzettini lunghi circa un 7 mm dal tubo da 3 mm di diametro. Questi saranno i bracci dello specchietto.
– Unire questi sostegni ai due specchietti retrovisori usando una soluzione di acetone + ABS. Selezionare la soluzione ABS e Acetone più solida tra quelle disponibili, la soluzione nn deve colare, al contrario deve restare dove si posiziona.
– Con un pennello collocare una goccia sullo specchietto nel punto in cui il sostegno si attacca allo specchietto.
– Premere il sostegno nella sua posizione ottimale. La goccia fa da base e solidificandosi riesce a saldare bene le due parti.
– Ripetere la stessa operazione con altro specchietto retrovisore.
– Inserire un pezzo di barra da 1 mm di diametro lunga circa 6 mm all’interno del tubo. Questo sostegno servirà per installare lo specchietto sulla carrozzeria, nella parte anteriore dell’abitacolo ci sono due fori (uno sul lato sinistro e uno sul lato destro) per permette di installare correttamente gli specchietti retrovisori.
– Per tenere salde la barra e il tubo spennellare dell’acetone sulla barra prima di inserirla nel tubo.

Lista del materiale necessario per poter costruire il roll bar:

– una striscia di ABS dalle dimensioni 2 x 10 x 80 mm,
– carta abrasiva e lima e
– asciuga capelli

Nella sequenza di immagini seguente è illustrata la procedura per costruire i roll bar:

– Scaldare con asciuga capelli la striscia di ABS.
– Piegare la striscia a V. Per poter ottenere una forma adatta posizionare la striscia calda sul manico di un pennello e piegare la sbarra. In questo modo si ottiene una forma tondeggiante della parte superiore.
– Ridurre le dimensioni dei due lati corti che sono la base, prima usare una forbice e poi rifinire le dimensioni lavorando con carta abrasiva da 600, 1.000 e 1.200 fintanto che il pezzo non si incastra perfettamente nella carrozzeria.
– Lavorare con carta abrasiva da 600, 1.000 e 1.200 il roll bar per ottenere la forma laterale che è a triangolo rettangolo scaleno (i tre lati sono tutti di dimensioni diverse).

Verniciare con Grigio X11 e Bianco X2 rispettivamente il roll bar e i due specchietti retrovisori.
Per simulare lo specchio dei due specchietti retrovisori verniciare il lato posteriore con Grigio X11 per colorare questa parte.
Per incollare le parti applicare poche gocce della colla che solidifica con i raggi UV.

Modello restaurato
Immagini che mostrano il modello terminato.

Il Logo Tamiya, le immagini dei cataloghi, le confezioni , le guide tecniche sono di TAMIYA INC, che non supporta o sponsirizza in nessun modo www.tamiyaclassic.com. Tutti i marchi, loghi, immagini del sito sono copyright dei rispettivi proprietari e non appartengono a www.tamiyaclassic.com.