Lancia Rally

Modello
Tamiya Lancia Rally, numero di articolo 58040 messo in vendita nel 1983 e disponibile sul mercato fino al 1985
Carrozzeria in polistirene
Telaio ORV

Analisi del modello da restaurare
Il restauro è partito dal solo telaio privo di carrozzeria, partendo dalla parte anteriore andando verso la parte posteriore, l’analisi del telaio rileva che:

– ruote nuove, non sporche o consumate; nessuna traccia di sporco. Ruote anteriori del modello Brat e ruote posteriori del modello The Frog,
– paraurti anteriore è come quello dei modelli Subaru Brat e The Frog,
– barre di torsione anteriori con un rinforzo in gomma sulle viti che fissano i bracci al paraurti anteriore come per i modelli Lancia Rally e Subaru Brat.,
– grande piastra frontale come per i modelli Lancia Rally e Subaru Brat,
– supporto frontale per la carrozzeria lungo come quello dei modelli Lancia Rally e Subaru Brat.
– i fori per installare la piastra paracolpi anteriore come le seconde versioni dei telai dei modelli Lancia Rally, Subaru Brat e The Frog,
– orientamento dell’installazione dei servocomandi come quella prevista dai modelli Lancia Rally e Subaru Brat,
– due supporti posteriori-laterali per la carrozzeria come quelli per il modello Subaru Brat,
– Interruttore on/off installato su un lato come per i modelli Lancia Rally e Subaru Brat,
– resistenze del sistema di controllo della velocità installate sul lato destro come per i modelli Lancia Rally e Subaru Brat,
– ammortizzatori posteriori di colore grigio metallizzato come per il modello The Frog,
– una sola antenna come per i modelli Lancia Rally e Subaru Brat,
– non ha il differenziale come per i modelli Lancia Rally e Subaru Brat e
– motore RS540e pignone come per il modello The Frog.

Per la presenza dei fori per il paracolpi anteriore è un MK2, si esclude The Frog per: la posizione delle resistenze elettriche, posizione dell’interruttore, una sola antenna invece che due, no differenziale e viti con rinforzo in gomma per le barre di torsione anteriori.
Restano due alternative papabili: Lancia Rally e Subary Brat.

Insieme al telaio è presente la carrozzeria Lancia Rally accessorio SP-5203 che comprende il corpo centrale, due prese laterali, vetro, luci anteriori, gruppo luci anteriori aggiuntivo, luci posteriori e set di adesivi.

Restauro telaio
Sequenza di immagini che mostra le parti nuove o restaurate che sostituiscono quelle assenti nel set di materiale di partenza, partendo dalla prima immagine a sinistra andando verso la seconda immagine a destra:

– quattro ruote e cerchioni,
– motore RS380 con,
– paraurti anteriore danneggiato,
– placca in plastica bianca porta paraurti anteriore,
– piastra metallica a L per paraurti anteriore,
– ammortizzatori neri,
– apposito adattatore per installazione del motore e
– perni metallici per paraurti anteriore

Telaio smontato in ogni sua parte completo della parti corrette per il restauro.

Lavare con acqua calda e sapone da cucina sgrassante tutte le parti e poi eseguire un ciclo nella lavatrice ad ultrasuoni: parti in metallo per 25 minuti a 70°C e parti in teflon o plastica per 25 minuti a 40°C. Sequenza di immagini che mostra l’assemblaggio delle parti:

– parti del telaio centrale in plastica,
– sistema sospensioni anteriore,
– ruote e sterzo,
– parti del gruppo ingranaggi posteriore,
– ruote ed assi posteriori,
– motore con sistema di controllo velocità meccanico e
– elettronica con sostegno paraurti anteriore compostato da staffa ad L e piastra

Restauro carrozzeria
La carrozzeria è nuova, solo il paraurti anteriore è da riparare, lista del materiale necessario per poter riparare il paraurti anteriore:

– tubo ABS da 5 mm di diametro,
– foglio ABS spessore 2 mm,
– matita,
– righello,
– varie soluzione di ABS ed acetone con densità diverse (tappo bianco)
– pennello per soluzione di ABS ed acetone,
– acetone (tappo nero),
– carta abrasiva da 800, 1.000 e 1.200 e
– seghetto.

Sequenza di immagini che mostra la riparazione del paraurti anteriore:

– tagliare il tubo da 5 mm di diametro un pezzo con taglio a 45°,
– tagliare dal foglio ABS spessore 2 mm aletta di rinforzo prendendo come dima aletta presente sul lato opposto,
– saldare a 45° con soluzione di ABS ed acetone densa i due pezzi di tubo da 5 mm di diametro,
– lavorare con carta abrasiva la giunzione di soluzione ABS ed Acetone solidificata,
– confrontare la curva del nuovo pezzo con quella presente,

– tagliare il lato lungo del tubo della lunghezza necessaria,
– tagliare il lato corto del tubo della lunghezza necessaria,
– saldare con soluzione di ABS ed acetone meno densa i due pezzi di tubo da 5 mm di diametro al paraurti. La soluzione meno densa assicura che la saldatura sia completa su tutte le superfici penetrando meglio all’interno delle fessure,
– ripassare le saldature con soluzione di ABS ed acetone densa,
– saldare con soluzione di ABS ed acetone meno densa ala di rinforzo e
– lavorare con carta abrasiva da 800, 1.000 e 1.200 per rendere di omogeno il diametro lungo le giunzioni.

Se la realizzazione finale non ha la giusta finitura applicare stucco e poi lavorare con carta abrasiva.

Sequenza di immagini che mostra come dare il colore alla carrozzeria e alle sue parti:

– applicare fondo bianco; “fine surface primer white”,
– applicare la vernice bianca lucida alla carrozzeria e alle sue parti; TS26 “pure white”,
– applicare vernice bianca opaca al paraurti anteriore; TS27 “matt white”,
– rifinire i particolari della carrozzeria come griglia frontale + sotto porta + maniglia porta, colore nero opaco X1; presa d’aria e griglia posteriore, colore nero gomma XF85; frecce di direzione frontali – posteriori, colore arancio X6; luci dei freni, colore rosso X7; cerniere della carrozzeria + rinforzo frecce frontali + maniglia porta, colore grigio opaco XF80 e
– installare le luci posteriori, le luci anteriori e il gruppo luci anteriori da rally.

Sequenza di immagini che mostra come dare il colore al pilotino:

– applicare la vernice bianca lucida al casco; TS26 “pure white”,
– applicare vernice bianca opaca alla tuta del pilotino; TS27 “matt white”,
– rifinire il volante, nero opaco XF1; fibbie delle cinture di sicurezza, grigio XF80; cinture di sicurezza e guanti, rosso. Nel 1983 il pilota vincitore del rally di Montecarlo è Rohrl, il casco è bianco con lo sponsor Martini sul mento,
– applicare il rosa del volto e
– completare gli occhi.

Modello restaurato
Applicare gli adesivi, le parti più complesse sono il logo Lancia sul cofano e i fregi della Martini racing blu-rossi sul cofano.

Per eliminare le bolle e le pieghe scaldare leggermente con un asciuga capelli gli adesivi, evitando di danneggiare la vernice della carrozzeria e gli adesivi stessi applicando troppo calore.
Quando adesivo è abbastanza caldo diventa più lavorabile ed è possibile eliminare le bolle e farlo aderire meglio alla superficie.
Installare la carrozzeria sui telai ed inserire i due perni del paraurti anteriore.
Immagini che mostrano il modello terminato.

Il Logo Tamiya, le immagini dei cataloghi, le confezioni , le guide tecniche sono di TAMIYA INC, che non supporta o sponsirizza in nessun modo www.tamiyaclassic.com. Tutti i marchi, loghi, immagini del sito sono copyright dei rispettivi proprietari e non appartengono a www.tamiyaclassic.com.