Falcon

Falcon prende il nome dal primo modello rilasciato alla vendita che utilizza questo telaio:

– The Falcon, modello numero 58056 messo in vendita nel 1986 e disponibile sul mercato fino al 1991
– Bear Hawk, modello numero 58093 messo in vendita nel 1991 e disponibile sul mercato fino al 1995
– Stadium Blitzer, modello numero 58106 messo in vendita nel 1992 e disponibile sul mercato fino al 2004
– Blitzer Beetle, modello numero 58122 messo in vendita nel 1993 e disponibile sul mercato fino al 2004
– Stadium Thunder, modello numero 58181 messo in vendita nel 1996 e disponibile sul mercato fino al 2004

Questo telaio rappresenta per la Tamiya il nuovo biglietto da visita per gli appassionati che si avvicinano al mondo delle macchine radiocomandate da fuori strada. E’ il modello che costa meno tra quelli disponibili: costa un 15% meno del Ford F150 Black Foot modello numero 58058 presente sul mercato negli stessi anni. La differenza di prezzo di The Falcon del 1986 e di Stadium Thunder del 2004 è pari al 20%. Considerando che sono passati quasi 20 anni, Tamiya ha fatto tutti gli sforzi possibili per mantenere contenuto la quotazione del suo telaio di ingresso al mondo dei modelli radiocomandati.
Nel contempo ha adattato il telaio alle carrozzerie che sono diventate di moda passando dai Buggy (Falcon e Bear Hawk), alle macchine (Blitzer Beetle) ai furgoni (Studium Blitzer e Studium Thunder).

Questi modelli rappresentano una novità molto importante per Tamiya, sono diverse le pubblicità che Tamiya o i vari importatori nel mondo hanno pubblicato sulle riviste di settore; nell’immagine sotto riportiamo un esempio di una pubblicità che riguarda The Falcon.

Partendo dalla parte anteriore e spostandosi verso la parte posteriore, le caratteristiche principali di questo telaio sono:

– paraurti anteriore di grosse dimensioni per assorbire gli urti,
– telaio a vasca centrale porta elettronica e batteria,
– sospensioni indipendenti sulle quattro ruote,
– trazione posteriore,
– motore a sbalzo nella parte posteriore; riprende un concetto introdotto nel The FOX modello numero 58051 rilasciato nel 1985, l’anno prima del rilascio di The Falcon.

Tamiya ha portato avanti la sua filosofia progettuale anche con il telaio Falcon: nel corso dei suoi quasi venti anni di presenza sul mercato il telaio ha subito diverse evoluzioni. Le differenze principali tra i vari modelli sono:

– la carrozzeria; nella immagine sotto partendo da sinistra in alto andando verso destra in basso ci sono le carrozzerie di The Falcon modello numero 58056, Bear Hawk modello numero 58093, Stadium Blitzer modello numero 58106, Blitzer Beetle modello numero 58122 e Stadium Thunder modello numero 58181. Essendo un telaio che rappresenta il modello di ingresso al mondo delle macchine radiocomandate, Tamiya ha cercato di applicare al meglio le economie di scala:
la carrozzeria del Blitzer Beetle è la medesima del Monster Beetle modello numero 58060 (in questo articolo si spiegano le differenze tra la carrozzeria del Sand Scorcher e la carrozzeria del Monster Beetle-Blitzer Beetle) e
la carrozzeria del Stadium Thunder è la stessa del Dyna Blaster modello numero 58123
Bear Hawk e Blitzer Beetle hanno la carrozzeria in stirene, mentre gli altri modelli hanno la carrozzeria in Lexan.

– la differenza della conformazione della carrozzeria comporta un diverso sistema di attacco della carrozzeria stessa al telaio. Immagini del sistema di fissaggio anteriore evidenziato in rosso per The Falcon, in blu per Bear Hawk, in grigio per Stadium Blitzer, in arancione per Blitzer Beetle e in giallo per Stadium Thunder.

Immagini del sistema di fissaggio posteriore evidenziato in rosso per The Falcon, in blu per Bear Hawk, in grigio per Stadium Blitzer, in arancione per Blitzer Beetle e in giallo per Stadium Thunder.

– The Falcon, Bear Hawk e Blitzer Beetle hanno il pilotino che è diverso in base alla carrozzeria
– ruote e cerchioni variano per forma e colore
– Bear Hawk non ha gli ammortizzatori C.V.A. che sono previsti su The Falcon, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder
– The Falcon ha le sospensioni a bracci longitudinale mentre Bear Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder hanno le sospensioni a doppio braccio sovrapposto.

L’assale è stato cambiato tre volte partendo dalla versione disponibile su The Falcon (nella immagine a sinistra), passando per la versione disponibile su Bear Hawk (nella immagine centrale) fino ad arrivare alle versione definitiva disponibile su Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder (nella immagine a destra).

– The Falcon ha un differenziale che è diverso da quello di Bear Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder: a sinistra il differenziale della The Falcon ed a destra quello di Bear Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder. Il rapporto pignone e cremagliera cambiare: il numero dei denti del pignone sono 18 per The Falcon, 15 per Beak Hawk e 13 per Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder.

– The Falcon ha una diversa scatola degli ingranaggi rispetto Bear Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder.
Inoltre la scatola degli ingranaggi installata su The Falcon è protetta da un roll bar (a sinistra nella immagine) che manca in Beak Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder (a destra nella immagine). Per proteggere il guscio degli ingranaggi Beak Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder hanno una piastra inferiore in materiale plastico.

– The Falcon ha una diversa soluzione per le sospensioni anteriori e loro sistema di attacco al telaio (a sinistra nella immagine The Falcon ed a destra nella immagine Beak Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder). The Falcon soffre di rotture dopo salti con atterraggi non perfetti, il sistema di Beak Hawk, Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder risolve questa situazione.

– ci sono due tipi di fuselli per il sistema di sterzo; uno in comune a The Falcon e Bear Hawk (a sinistra nelle immagini), altro in comune a Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder (a destra nella immagine)

In rosso nella immagine il fusello nelle istruzioni del The Falcon (a sinistra), del Bear Hawk (al centro) e in blu nell’immagine il fusello nelle istruzioni di Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder

– The Falcon ha un suo paraurti frontale che non è stato usato per il resto della famiglia. A sinistra la versione The Falcon ed a destra la versione Bear Hawk Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder

– The Falcon ospita il pacco di batterie ausiliare che non sono presenti nel resto della famiglia; a sinistra la versione The Falcon ed a destra la versione Bear Hawk Stadium Blitzer, Blitzer Beetle e Stadium Thunder.

Riedizioni e versioni speciali

Nel 1999 è stata rilasciata una versione speciale che oggi (2024) è diventato un pezzo da collezione:

– Blitzer Beetle Chrome Metallic Special, modello numero 58252 messo in vendita nel 1999 e disponibile sul mercato fino al 2000

A partire dal 2010 e fino ad oggi (2024) ci sono diverse riedizioni:

– Stadium Blitzer 2010, modello numero 58482 messo in vendita nel 2010 e disponibile sul mercato fino al 2011,
– Blitzer Beetle 2011, modello numero 58502 messo in vendita nel 2011 e disponibile sul mercato fino al 2012,
– Stadium Thunder, modello numero 58524 messo in vendita nel 2012 e disponibile sul mercato fino al 2013,
– Blitzer Beetle 2011, modello numero 57929 messo in vendita nel 2022 e disponibile sul mercato fino al 2023. Questo modello è pronto a correre completo di telecomando, batteria, elettronica e caricabatteria.

Il Logo Tamiya, le immagini dei cataloghi, le confezioni , le guide tecniche sono di TAMIYA INC, che non supporta o sponsirizza in nessun modo www.tamiyaclassic.com. Tutti i marchi, loghi, immagini del sito sono copyright dei rispettivi proprietari e non appartengono a www.tamiyaclassic.com.